Filetti di sogliola in cartoccio

Piatto leggero anche se gastronomicamente ricco e apprezzabile. La sogliola infatti è fra i pesci di più facile digeribilità e la cottura risponde perfettamente ai principi di una sana cucina.

Consigliata anche nelle dispepsie ed epatopatie, mentre in alcuni casi di colite grave la presenza degli champignons può determinare qualche controindicazione.

Filetti di sogliola in cartoccio

Dosi per 4 persone:

2 grosse sogliole (o 4 piccole) sfilettate

100-200 grammi di champignons

80 grammi di burro

2 cucchiai di cognac


4 cucchiai di panna

sale

Filetti di sogliola in cartoccio

1. Nettare gli champignons tagliando la parte terrosa del gambo; lavarli, asciugarli, tagliarli a fette non troppo sottili.

2. Fondere metà del burro in un tegamino; unire gli champignons; cuocerli 4-5 minuti a fuoco moderato, mescolando.

3. Unire il cognac, lasciarlo scaldare, fiammeggiarlo; appena spento, unire la panna, lasciarla consumare a fuoco moderato, salando e mescolando un paio di volte.

4. Adagiare i filetti di sogliola su altrettanti pezzi di foglio d’alluminio; salarli leggermente. Distribuire al centro dei filetti gli champignons. Ripiegarvi sopra le due estremità di ogni filetto, unire un fiocchetto del burro rimanente, chiudere il cartoccio stringendo in modo da tenere ben chiuso il rotolo di sogliola e saldando bene insieme i lembi del foglio d’alluminio.

5. Accomodare in un recipiente da forno e cuocere in forno moderato (170°), già caldo, per 15 minuti circa.

Da “Il libro del mangiar sano” di Renzo Lucchesi e Elena Spagnol pubblicato da Oscar Mondadori nel 1978.

Immagine:www.biologiamarina.org

Fonte: https://www.gongoff.com

ISCRIVITI AL NOSTRO CORSO DI NATUROPATIA E DIVENTA IL VERO NATUROPATA

Category
Tags

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *