Filetti di sogliola al vino bianco.

Grazie alla qualità del pesce e all’aggiunta del burro crudo a cottura ultimata questo sistema di preparazione garantisce il massimo della digeribilità. Particolarmente consigliato  nelle ulcere e nella epatopatie, può essere permesso anche nei regimi dimagranti, sostituiendo il burro con 2 cucchiai di panna. Si possono usare filetti surgelati.

Filetti di sogliola al vino bianco

Dosi per 4 persone:

350 -400 grammi di filetti di sogliola

2 bicchieri di vino bianco secco

50 grammi di limone

farina

sale

Filetti di sogliola al vino bianco


1. In una larga padella, portare a bollore il vino bianco. Adagiarvi i filetti di sogliola salati e leggermente infarinati e cuocere a calore medio per 3-5 minuti o finchè il pesce è opaco e tenero alla forchetta.

2. Con una paletta bucherellata, passare delicatamente i filetti in un piatto.

Se necessario ridurre il sugo di cottura a calore più forte. Completarlo con sugo di limone a piacere e, fuori del fuoco, con il burro crudo. Mescolare finchè il burro è sciolto, versare sui filetti, servire.

Se piace, cospargere, sul piatto di portata, con prezzemolo tritato.

Da “Il libro del mangiar sano” di Renzo Lucchesi e Elena Spagnol pubblicato da Oscar Mondadori nel 1978.

Immagine:www.biologiamarina.org

Fonte: https://www.gongoff.com

ISCRIVITI AL NOSTRO CORSO ON LINE E DIVENTA IL VERO NATUROPATA

Category
Tags

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *